CANE-ATLETA-1

SIAMO ALLA FINE DELL’ESTATE, PERIODO IN CUI TANTE PERSONE PRENDONO IN CONSIDERAZIONE DI INIZIARE UNA ATTIVITÀ SPORTIVA IN PALESTRA CON IL FINE DI MIGLIORARE IL LORO STATO FISICO O DI RIPRENDERE LA STAGIONE, PER QUELLI CHE FANNO SPORT AGONISTICO. E’ SCIENTIFICAMENTE CONFERMATO CHE L’ESERCIZIO COMPORTA BENEFICI SIA FISICI CHE PSICOLOGICI NELL’UOMO PROLUNGANDONE LA SA LUTE E ALLUNGANDONE LA VITA. PERÒ COSA SAPPIAMO DELL’ESERCIZIO FISICO NEGLI ANIMALI DOMESTICI?

Per la loro similitudine con l’uomo in quanto a sistema muscolo scheletrico, cardiovascolaree nervoso possiamo dire che l’esercizio fisico nei cani offre gli stessi vantaggi che abbiamo nell’uomo. E così che un cane che realizza una giusta dose di attività giornaliera presenta una migliore condizione fisica, cardiovascolare e comportamentale rispetto a un cane che fa una vita sedentaria. Negli ultimi venti anni le attività sportive con i cani hanno conquistato moltissimo spazio portando a una vasta novità di discipline. Inizialmente gli sport cinofili nacquero come prove di selezione di razza, testando qualità e patrimonio genetico del cane, invece oggi sono sempre di più spazi, dove s’incontrano persone appassionate che vogliono approfondire in forma divertente, il rapporto con il loro cane, siano questi provenienti da un canile o comprati in un allevamento.

Dall’Agility dog all’ Obedience, passando per il FlyBall, Rally Obedience, Dog trekking, Sleddog, Disc dog, Dog dance, Sheep dog o Prove di Protezione Civile o Militare, tutte queste attività fisiche possono migliorare e rafforzare il legame di fiducia fra il proprietario / conduttore e il suo cane.

CANE-ATLETA-2
L’Agility è apprezzato per il suo dinamismo e spettacolarità, offrendo un grande intrattenimento al pubblico.
Nell’Obedience si valuta la capacità recettiva del cane all’addestramento e il suo inserimento nella vita sociale.
Nel Dog trekking (o traino con il cane) o nel Dog bike , si utilizzano gli stessi comandi che si usano per i cani da slitta facendo si che una passeggiata “al passo” con il cane possa rendere più piacevole l’escursionismo.
Nello Sleddog si mette a dura prova la resistenza del cane a percorrere un tragitto sulla neve.
Nel Rally obedience si coniugano esercizi di obbedienze con un percorso obbligatorio, meno rigoroso dal punto di vista dell’Obedience tradizionale ma per il cane,sicuramente, più divertente.
Ognuna di queste discipline, già inserite nell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana, ha bisogno di una corretta preparazione fisica e mentale così come di una buona tecnica di esecuzione. Sebbene l’istinto naturale del cane sia quello di saltare e correre, quando deve realizzare un percorso di 15 o 20 ostacoli deve combinare velocità e salti, ricevendo comandi dal conduttore, nel minore tempo possibile e senza penalità. E per fare ciò, il cane deve essere in ottima forma.
Velocità, forza, resistenza, obbedienza e concentrazione sono qualità primordiali per un buon atleta sano e curiosamente, sono le stesse richieste per quasi tutte le attività sportive del cane atleta.
Oggi la Medicina Veterinaria Sportiva, specialità molto diffusa nei paesi anglosassoni, è una componente importante del benessere animale aiutandolo nella preparazione fisica onde evitare premature lesioni ortopediche o neurologiche, offrendo consigli per una corretta nutrizione già nei cani giovani che vogliono intraprendere la strada dei cani atleti. La riabilitazione fisica inoltre ha come obiettivo il reinserimento nell’attività sportiva di quei cani che hanno subito diverse patologie fisiche. La Medicina Veterinaria Sportiva e Riabilitativa si focalizza sulla biomeccanica muscolare, fisiologia del esercizio, ortopedia, neurologia, cardiologia e utilizza metodologie e apparecchiature molto simili a quelle della Medicina Umana come: Laserterapia, Elettrostimolazione muscolare, Agopuntura, Ultrasuoni e camminata in acqua alta a velocità constante per stimolare la capacita aerobica dell’organismo.
CANE-ATLETA-3
MANUALITÀ DI STRETCHING:
E’ fondamentale al fine di ridurre al minimo la probabile insorgenza di lesioni articolari avere una profonda conoscenza dell’anatomia muscolo scheletrica del cane e praticare una buona manualità nelle fasi di preriscaldamento prima di qualsiasi attività atletica del cane, incluso prima dell’allenamento in tapis roulant. Purtroppo come spesso accade, le sole camminate di qualche minuto prima di ogni gara, non bastano. Bisogna tenere presente che per mantenere un cane in buona salute e divertirsi insieme a lui, portandolo a fare esercizio, bisogna fare una buona programmazione dell’attività fisica, una corretta alimentazione e un allenamento graduale, informandosi sempre con specialisti competenti.

a cura della Dr.ssa LILLI ASNAL, Medico Veterinario (Castelfranco Veneto)
Email: ambulatorio.patagonia@gmail.com | Telefono: 0423 737 659